L’Africa da sola potrebbe sfamare il mondo

Africa alone could feed the world – 27 June 2009 – New Scientist

 

I profeti di sventura si sbagliavano: nel mondo vi è terreno sufficiente per produrre il cibo necessario a una popolazione in crescita. E contrariamente a quanto atteso, la maggioranza potrebbe provenire dall’Africa, secondo quanto affermano due rapporti internazionali pubblicati in questa settimana.


Il primo rapporto, effettuando proiezioni nel futuro a partire dalla crisi alimentare dello scorso anno (che ha visto impennarsi il prezzo del cibo) afferma che vi è grande abbondanza di terre inutilizzate e fertili, che possono essere coltivate per ottenere nuovi raccolti.
“Circa 1,6 miliardi di ettari potrebbero andare ad aggiungersi agli attuali 1,4 ettari di terre coltivate [nel mondo], e più della metà delle terre coltivabili attualmente non in uso si trovano in Africa e America Latina”, conclude il rapporto, preparato dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico e dall’Organizzazione per il Cibo e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO).
Volendo trovare ulteriori conferme, ecco un secondo rapporto, pubblicato congiuntamente dalla FAO e dalla Banca Mondiale. Lo studio conclude che 400 milioni di ettari, variamente distribuiti fra 25 paesi africani, sono adatti ad essere coltivati.
Modelli per trovare nuove terre coltivabili esistono già in Tailandia, dove terre inizialmente giudicate inadatte all’agricoltura a causa di problemi nell’irrigazione e a terreni poco fertili, sono stati resi molto produttivi da coltivazioni su piccola scala.
Ambedue i rapporti affermano che, come è accaduto in Tailandia, la strategia vincente sarà puntare sull’agricoltura per aiutare i piccoli coltivatori africani ad uscire dalla povertà, con il sostegno di forti misure governative che garantiscano loro il diritto alla terra.

[foto Flickr]
Reblog this post [with Zemanta]

Informazioni su Vittoria

wife, mother of three, science teacher
Questa voce è stata pubblicata in bioetica&idee e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Scrivi il tuo commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...