Un’idea saporita

State fruit - Tomato

Ci sono a questo mondo un sacco di persone a cui piace coltivare orti e giardini: hanno il classico pollice verde, si manterrebbero più sane, rilassate e in forma dedicandosi a questa passione all’aria aperta; saprebbero ricavare verdura meravigliosa, salutare e gratuita da un fazzoletto di terreno… ma non hanno un giardino.

Poi ci sono un sacco di altre persone che hanno della terra intorno alla loro casa, ma non sanno, non vogliono o non possono prendersene cura: pagano malvolentieri un giardiniere per piantare qualche aiuola, oppure – il più delle volte – lasciano quel po’ di verde incolto e trascurato.

Il sito Lifehacker segnala che negli Stati Uniti, grazie al web, è nato lo yard-sharing, tramite un sito web che coordinando tante piccole communities spontanee a livello locale, realizza l’incontro fra domanda e offerta di giardinieri-orticultori da una parte, e di spazi utilizzabili dall’altra.

I vantaggi sono innumerevoli: cibo sano e a bassissimo costo reso disponibile localmente, rafforzamento dei vincoli di buon vicinato, occasione educativa per bambini e ragazzi e di occupazione positiva di persone svantaggiate, …e l’elenco potrebbe continuare.

http://hyperlocavore.ning.com/groupsPerchè ne parlo? Perchè mi piacciono tantissimo tutte le iniziative che, grazie a semplici e brillanti idee, eliminano sprechi e contraddizioni, risolvono piccoli e grandi problemi, sconfiggono l’individualismo e fanno riemergere la più antica, la più potente arma di sviluppo delle comunità umane: la solidarietà. Se poi questa viene offerta con un contorno di saporiti pomodori appena colti, cosa si può chiedere di meglio?

Informazioni su Vittoria

wife, mother of three, science teacher
Questa voce è stata pubblicata in bioetica&idee e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un’idea saporita

  1. agapetòs ha detto:

    OT: ganzissimo il poster "Catholic Priesthood"

  2. Pokankuni ha detto:

    Grazie! Piace molto anche a me. E' in giro già da qualche anno e mi è sembrata una buona idea riproporla. Quello raffigurato è davvero un sacerdote! La storia dell'immagine (in inglese) è qui. Ciao!

Scrivi il tuo commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...