La generazione del matrimonio

NEW HAVEN, Connecticut, mercoledì, 24 febbraio 2010 (ZENIT.org)Un nuovo sondaggio congiunto Cavalieri di Colombo e Marist Institute for Public Opinion evidenzia l’importanza di comunicare alle nuove generazioni di cattolici. I risultati di questo recente studio, svolto sui giovani americani nati tra il 1978 e il 2000 (i cosiddetti millennials), ha rivelato elementi di speranza, ma anche aree di preoccupazione per la Chiesa cattolica, di cui gli evangelizzatori cattolici – laici, chierici e religiosi – dovrebbero tener conto, soprattutto nel trattare con i più giovani.

Un elemento incoraggiante emerso dal sondaggio è che tra i millennials che si identificano come cattolici – non solo cattolici praticanti – l’85% dice di credere in Dio. Le loro priorità sono il matrimonio e la vicinanza a Dio. Circa l’82% di loro ritiene che il matrimonio sia sottostimato e ben più del 60% ritiene che l’aborto e l’eutanasia siano moralmente sbagliati.

(…) Questa generazione cerca l’amore. Vuole il matrimonio – cioè il vero amore – più di ogni altra cosa. Vede che l’amore nel matrimonio viene sottostimato.

In un’intervista rilasciata ad una testata tedesca, Benedetto XVI ha illustrato più precisamente il modo per mettere in pratica la soluzione prospettata. Ciò che occorre – ha detto – è di presentare quanto di positivo e di felice può offrire la vita cristiana.

In particolare ha detto: “E il cristianesimo, il cattolicesimo, non è un cumulo di proibizioni, ma una opzione positiva. Ed è molto importante che lo si veda nuovamente, poiché questa consapevolezza oggi è quasi completamente scomparsa. Si è sentito dire tanto su ciò che non è permesso, che ora bisogna dire: Ma noi abbiamo un’idea positiva da proporre: l’uomo e la donna sono fatti l’uno per l’altra, esiste – per così dire – una scala: sessualità, eros, agape, che sono le dimensioni dell’amore, e così si forma dapprima il matrimonio come incontro colmo di felicità tra un uomo e una donna, e poi la famiglia, che garantisce la continuità fra le generazioni, in cui si realizza la riconciliazione delle generazioni e in cui si possono incontrare anche le culture. Anzitutto, dunque, è importante mettere in rilievo ciò che vogliamo”.

L”intero articolo è qui:  ZENIT – La generazione del matrimonio.

Informazioni su Vittoria

wife, mother of three, science teacher
Questa voce è stata pubblicata in coppia&famiglia. Contrassegna il permalink.

Scrivi il tuo commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...