Focolari luminosi e allegri

Ogni focolare cristiano deve essere un’oasi di serenità in cui, al di sopra delle piccole contrarietà quotidiane, si avverte — come frutto di una fede reale e vissuta — un affetto intenso e sincero, una pace profonda. (E’ Gesù che passa, 22)

La carità riempirà tutti e  porterà a condividere le gioie e le eventuali amarezze; a saper sorridere dimentichi di se stessi per prendersi cura degli altri; ad ascoltare il proprio coniuge e i figli…; a svolgere con un amore sempre nuovo i piccoli servizi di cui è intessuta la convivenza quotidiana. (E’ Gesù che passa, 23)

Ciò che veramente rende infelice una persona e arriva a distruggere un’intera società è l’affannosa ricerca del benessere, la pretesa di eliminare a ogni costo qualsiasi difficoltà e contrarietà… Ogni situazione porta con sé la sua grazia. Ciascuna è una chiamata speciale da Dio: sono occasioni irripetibili di operare e di offrire la testimonianza divina della carità. ( Colloqui, 98 )

A volte c’è bisogno di avere accanto volti sorridenti. (Solco, 57)

Proposito sincero: rendere amabile e facile il cammino agli altri, dal momento che la vita reca già abbastanza amarezze. ( Solco, 63 )

 

da http://www.josemariaescriva.info/docs/novenafamiglie.pdf